reddito di cittadinanza cambiamenti governo

Nell’ultimo periodo sono sempre più forti le discussioni sul Reddito di Cittadinanza, misura voluta e ottenuta dai 5 stelle. Il Rdc è stato pensato come provvedimento per sconfiggere la povertà ma da sempre criticato da tanti parti politiche che spesso hanno minacciato anche di eliminarlo.

Abolire il reddito è quasi impossibile, revisionarlo e modificarlo potrebbe essere una soluzione che il governo potrebbe adottare in un futuro prossimo.

Una proposta di modifica arriva dal ministro del Lavoro Andrea Orlando, che ha suggerito di introdurre una nuova condizione per poter ottenere il reddito e continuare a percepirlo: vale a dire legare il sussidio a corsi di formazione e riqualificazione professionale. C’è chi poi ipotizza, per le fasce più povere, una fusione col reddito di emergenza.

Tra i sostenitori del Reddito di cittadinanza c’è, a sorpresa, Mario Draghi. Ai cronisti ha dichiarato che “è troppo presto” per pensare a una riforma del sussidio pentastellato. Ma ha sottolineato di condividere appieno il principio alla base della misura.

Modifiche, dunque. Non abolizione. Lo stesso ministro Orlando ha ammesso che senza il reddito grillino, la crisi economica innescata dalla dichiarata emergenza sanitaria sarebbe divenuta una grave crisi sociale.

Pagamenti agosto

Il pagamento di agosto per coloro che hanno presentato la domanda a luglio 2021 potrebbe arrivare in anticipo. Anche nei giorni prima del 15 agosto, in quanto il 15 è un giorno festivo e cade di domenica. Quindi, c’è la possibilità che sia anticipato, altrimenti rischia di slittare direttamente alla settimana successiva dal 16 agosto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it