giancarlo furno arresti domiciliari

Aveva sequestrato un giovane per rapinarlo ed era stato arrestato poco dopo dagli agenti di Polizia. I fatti risalgono al 25 luglio scorso. Come aveva raccontato la vittima ai poliziotti, un uomo si era introdotto nella vettura e, dopo averlo minacciato con un cacciavite costringendolo a rimanere nel mezzo, lo aveva colpito con dei pugni asportandogli il cellulare e il portafogli dandosi poi alla fuga.

Giancarlo Furno, 27enne napoletano con precedenti di polizia e già accusato di furto con strappo l’anno scorso durante i festeggiamenti per la vittoria del Napoli in Coppa Italia, era stato arrestato e condotto in carcere con la grave accusa di rapina aggravata e sequestro di persona che sarebbe durato ore.

Scarcerato

Ieri mattina il Tribunale del Riesame di Napoli, accogliendo le richieste dei difensori avv. Francesco Marino e avv. Andrea Pirozzi del Foro di Napoli Nord, ha concesso a Furno gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico e riqualificato i fatti in violenza privata e sequestro di persona.

continua a leggere su Teleclubitalia.it