AstraZeneca per gli over 60, per la seconda dose si somministra Pfizer o Moderna. E’ questa l’indicazione contenuta nel parere del Comitato tecnico scientifico che rimanda però ogni decisione al ministro della Salute, Roberto Speranza.

AstraZeneca, stop agli under 60 e seconda dose con Pfizer: la decisione del Cts

Già in precedenza l’Agenzia del farmaco italiana (Aifa) e il ministero della Salute avevano raccomandato la somministrazione del siero dell’azienda anglo-svedese preferibilmente agli over 60.
Il coordinatore del Cts Franco Locatelli fa sapere che è “mutato il rapporto tra benefici e rischi di AstraZeneca, evidentemente cambia anche l’esito delle nostre valutazioni non solo in funzione dell’età. Il comitato tecnico scientifico ha raccomandato le prime dosi di vaccinazione di riservare Astrazeneca per un’età uguale o superiore ai 60 anni. Per la seconda dose di chi ha meno di 60 anni di età, pur in assenza di segnali di allerta preoccupanti rispetto allo sviluppo di trombosi correlate, raccomandiamo la vaccinazione con una diversa tipologia di vaccino”.
Al momento in Italia sono 7 le regioni che hanno sospeso le somministrazioni di AstraZeneca per gli under 60.  A Veneto, Lombardia, Sicilia, Campania e Puglia oggi si sono aggiunte anche Umbria e Valle d’Aosta.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it