Bugo si prende la sua rivincita mandando Morgan in tribunale.  La rocambolesca esibizione, che li ha visti protagonisti durante la scorsa edizione del Festival di Sanremo, non è ancora un lontano ricordo, soprattutto per Bugo che è tutt’ora vittima di derisioni. La sua immagine non smette di essere associata alla ormai celebre frase ’Dov’è Bugo?‘

Morgan e Bugo in Tribunale: chiesto un maxi risarcimento di 240 mila euro

Per non parlare della canzone, con cui i due si sono esibiti sul palco dell’Ariston, dal titolo ‘’Sincero’’, che è ormai ricordata più per la parodia scritta da Morgan a discapito del collega Bugo, che per la versione originale. La sequela delle di accuse che recitò il frontman dei Bluvertigo ancora oggi riecheggiano nelle orecchie dei telespettatori.

La vicenda è diventata ben presto un caso mediatico e non smette di essere ripresa dal popolo dei social, che si è sbizzarrito con memes e fotomontaggi che continuano a far divertire. Dall’Ariston alle sedi legali, dunque, adesso Morgan dovrà rispondere dell’accusa pubblica e, in caso di verdetto sfavorevole, sarà condannato a pagare una maxi multa.

“Si è tenuta oggi a Milano la prima udienza. Marco Castoldi (il nome all’anagrafe di Morgan) è stato chiamato in giudizio da parte di Bugo e degli altri autori del brano Sincero (Bonomo, Bertolotti, Edizioni Curci/Tetoyoshi) per due diverse contestazioni. La prima riguarda l’aver cambiato il testo di Sincero a Sanremo e quindi portato il progetto all’eliminazione dalla gara. Il secondo perché l’artista ha condiviso sui social il brano (nelle sue diverse versioni) e altri riferimenti agli altri ex sodali.

In totale, per danni patrimoniali e non, la richiesta pervenuta agli avvocati di Morgan è di 240 mila euro. Il giudice ha accolto le richieste degli avvocati dell’artista di redigere una memoria difensiva e quindi l’udienza è stata spostata al prossimo 10 giugno”, queste le notizie diffuse da Rolling Stone.

A cura di Annarita Parisi

continua a leggere su Teleclubitalia.it