reddito di cittadinanza soldi maggio 2021

Il reddito di cittadinanza anche a maggio – come per gli altri mesi dell’anno da quando la misura è stata introdotta e come il decreto n. 4/2019 convertito nella legge n.26/2019 prevede – viene pagato in due date distinte a seconda della topologia di beneficiario.

L’Inps già nella giornata di ieri ha provveduto a ricaricare le carte dei beneficiari. Infatti questo mese gli accrediti sono stati elaborati con un giorno di anticipo rispetto al solito

Chi riceve la ricarica

Le ricariche di metà mese interesseranno tutti coloro che hanno terminato di percepire le 18 mensilità del RdC a marzo e hanno richiesto la prestazione, coloro che l’hanno richiesta per la prima volta e gli eventuali arretrati.

Il 15 maggio, oltre a ricevere i soldi tutti quelli che hanno fatto domanda ad aprile, potrebbe essere anche la data del pagamento del reddito di cittadinanza per coloro che devono recuperare le mensilità sospese di febbraio e marzo. Dunque si potrebbe procedere ad una doppia ricarica.

Pagamenti a fine mese

Le ricariche previste, invece, per la fine del mese, sono le ricariche ordinarie e vengono effettuate con scadenza fissa: ogni 27 del mese. In poche parole, la prima ricarica o il primo rinnovo vengono erogati da INPS a metà mese, il 15, le ricariche successive, chiamate ordinarie, avvengono ogni 27 del mese.

Reddito di cittadinanza: pagamenti maggio 2021

  • entro il 15 maggio ricevono il pagamento del reddito di cittadinanza coloro che hanno fatto domanda per ottenere la prestazione ad aprile;
  • entro il 15 maggio ricevono il pagamento del reddito di cittadinanza coloro cui le prime 18 mensilità del sussidio sono scadute a marzo 2021 e ad aprile, mese di sospensione, hanno fatto richiesta di rinnovo;
  • il 27 maggio, e comunque non oltre la fine del mese, ricevono il pagamento del reddito di cittadinanza coloro che hanno fatto domanda di rinnovo o nuova richiesta a marzo 2021 e ad aprile hanno ricevuto la prima ricarica entro il 15;
  • il 27 maggio è la data ordinaria per il pagamento del reddito di cittadinanza per tutti i beneficiari da più di due mesi e che non rientrano nelle fattispecie sopra indicate.
continua a leggere su Teleclubitalia.it