morto ciro caccavale

Morto Ciro Caccavale: da circa 40 anni re della focaccia nella zona dei baretti di Chiaia. L’uomo è morto nella notte a causa di un infarto, che non gli ha lasciato scampo.

Don Ciro era il proprietario dello storico locale La Focaccia in vico Belledonne, noto punto di ritrovo di giovani e giovanissimi a qualsiasi ora, soprattutto durante il weekend.

Morto Ciro Caccavallo, La focaccia

Quella di Don Ciro, come lo chiamavano tutti, è stata una corsa vana verso il pronto soccorso. A nulla infatti è valso l’intervento dei sanitari del 118, perché quel malore improvviso è stato più forte di tutto, al punto da portarsi via per sempre uno dei “pizzettari” più famosi di Napoli.

I funerali si celebreranno domani, sabato 15 maggio alla ore 17, nella chiesa di Santa Caterina a Chiaia.

Le saracinesche abbassate, forse per la prima volta dopo 40 anni, lasciano tutti gli amanti del posto con l’amaro in bocca per questa morte improvvisa di un uomo così caro a tutti coloro che lo conoscevano.

La Focaccia più che un pizzetteria era un vero e proprio luogo d’incontro, una tappa fissa che abbracciava persone di varie età. Tantissimi i messaggi di cordoglio che sono apparsi in queste ore su Facebook e sui social network. “Per la tua forza, per la tua onestà, esempio di grande lavoratore resterai per sempre nel mio cuore e di tutte le persone che ti hanno conosciuto” si legge sulle pagine social dell’attività che Don Ciro gestiva da circa 40 anni.
Mentre l’associazione “Quartieri Spagnoli 1536” scrive :
“Nella notte è scomparso il titolare della Focaccia di Vico Belledonne, per tutti ‘Don Ciro’: stroncato da un infarto. Don Ciro da 40 anni serviva gustose focacce, ha sfamato intere generazioni di napoletani. Porgiamo le più sentite condoglianze alla famiglia.”

Vaccini in Campania agli over 40, via alle prenotazioni: suddivisi in due fasce

continua a leggere su Teleclubitalia.it