poziello giugliano

“Chi oggi fa finta di essere contro questo impianto perché di fatto non fa nulla per fermarlo, cioè l’attuale sindaco che si è seduto con Bonavitacola per capire gli indennizzi da avere per la città in cambio di questo impianto di spacchettamento delle ecoballe. Poi ha visto le proteste e ha cavalcato un’onda diversa ma Pirozzi aveva chiesto di incontrare De Luca e nel frattempo si è seduto a parlare con Bonavitacola, lo sfido a dire il contrario”. Duro attacco sulla posizione del sindaco Pirozzi riguardo l’impianto di Ponte Riccio da parte del consigliere di minoranza ed ex primo cittadino Antonio Poziello nel corso di Campania Oggi.

“Se questo impianto di spacchettamento toglie le ecoballe, ed elimina ipotesi di termovalorizzatore allora meglio questo. Pirozzi – continua Poziello – si sta nascondendo dietro a un dito, finge di essere contrario ad un impianto che sa che si farà comunque, e dice di volerlo spostare di 500 metri quando sa che la Regione ha già provveduto ad appropriarsi dei territori finge di trovare una soluzione diversa perchè deve accontentare la moglie 5 stelle e l’amante Paolo Liccardo e deve accontentare l’uno e l’altro”.

Giugliano, parla Poziello

“Sul tema dei rifiuti tutti quanti hanno il dovere di essere seri. I sindaci che si mettono a parlare per cavalcare l’onda mediatica fanno solo male ai loro territori. Dire che l’impianto si deve fare a taverna del re e non a ponte riccio, non mette e non toglie. Si dovrebbe tornare indietro a 5 anni fa. C’erano il PD e il Centrodestra favorevoli alla costruzione di un termovalorizzatore. Noi non eravamo d’accordo, e ci siamo detti invece non contrari ad un impianto di spacchettamento, che non metteva e non toglieva nulla ad una situazione che già c’era. Rispetto alla proposta dei 5 stelle cioè quello della torcia al plasma sia meglio come meglio questo impianto del termovalorizzatore che Topo, Palma e Caldoro volevano”, ha poi detto l’ex sindaco. “Io sento dire solo no dalla maggioranza, ma nessuna alternativa viene data”.

Sul tema ambiente in città, Poziello continua: “Ho la sensazione che ci sia una sorta di marasma, di abbandono della città e di scarsa attenzione ai dettagli. Credo che ci sia una soglia di abbassamento di attenzione riguardo i problemi ambientali. Ci sono problemi di gestione e di tenuta politica di una maggioranza composta dal Centrodestra e dai Cinque Stelle, oltre all’assenza di un programma. Gli unici atti di programmazione che vedo passare sono in realtà quelli fatti dalla nostra amministrazione”, ha poi sostenuto.

“Io ero molto attento al tema dei rifiuti, ai roghi. Noi andiamo verso un’estate che sarà infuocata e dal momento che non ci si è preoccupati di levare i rifiuti, avremo roghi continui. Noi passavamo le nostre giornate a rimuovere cumuli di rifiuti. I sindaci mettono la faccia sulle questioni ambientali, e Nicola Pirozzi non ci sta mettendo né la faccia né l’impegno personale. Per il bene dei nostri figli, deve impegnarsi a rimuovere i rifiuti per tempo. È una battaglia che nei mesi estivi il sindaco deve fare in prima persona. Se vuole, lo aiuto io”, ha poi concluso.
Sulla tenuta politica di questa maggioranza, Poziello ribadisce: “Credo che un’operazione verità vada fatta e che Nicola Pirozzi debba dire che ha una maggioranza in cui qualche volta si sta stretti. Se poi dobbiamo continuare a fingere che il Centrodestra è un’opposizione e che i Cinque Stelle sono felici di quanto sta accadendo, allora siamo alla fine”, ha concluso.
Ha collaborato Anna Maria Di Nunzio

continua a leggere su Teleclubitalia.it