condannato cittadino turco tedesco droga in auto

Condannato a 8 anni di reclusione per detenzione di 11 chili di cocaina. E’ questa la decisione adottata dal Gup di Napoli nell’ambito del giudizio abbreviato promosso contro un cittadino turco-tedesco fermato a Napoli lo scorso ottobre durante un controllo della Guardia di Finanza.

Fermato a Napoli con 11 chili di cocaina: arriva la condanna ma c’è richiesta di appello

Era lo scorso ottobre quando E.K., cittadino straniero, lungo il raccordo Napoli-Salerno, all’altezza dell’uscita del centro direzionale, venne fermato a bordo di una Volvo V70 da una pattuglia “civetta” delle Fiamme Gialle.

Al momento della perquisizione, i militari scoprirono un grosso quantitativo di cocaina nascosto in un doppio fondo del bracciolo anteriore del veicolo a cui si poteva accedere attraverso l’attivazione di un congegno elettronico. Lo stupefacente, se immesso sul mercato, avrebbe fruttato un milione e mezzo di euro. L’uomo non ha opposto resistenza e avrebbe contribuito, con la sua collaborazione, all’accertamento dei fatti.

Tuttavia, in sede di giudizio, non gli sono state riconosciute le attenuanti generiche perché il condannato, che non ha precedenti penali, apparterebbe a un’organizzazione internazionale dedita al traffico di sostanze stupefacenti. Per questo, l’uomo, tramite i suoi avvocati di nuova nomina, Francesco Liguori e Davide Ippolito, ha depositato questa mattina la richiesta di appello contro la sentenza del Gup.

continua a leggere su Teleclubitalia.it