spostamenti regioni pass

Ieri il presidente del Consiglio Draghi ha annunciato alcune riaperture dal 26 aprile, ma come funzionerà per gli spostamenti tra regioni?

Dal 26 c’è il ripristino delle zone gialle, così come deciso dalla cabina di regia, e il governo ha delineato una road map di progressive riaperture in Italia a partire da quel giorno, sempre nel rispetto delle misure di contenimento per ridurre la diffusione del Covid-19.

Spostamenti tra regioni

Saranno consentiti gli spostamenti tra regioni gialle. Si supererà dunque il divieto attuale ma si sta valutando la possibilità di introdurre il “pass per gli spostamenti tra regioni” di diverso colore. Il pass sarà una sorta di via libera che attesterà o l’avvenuta vaccinazione o l’esecuzione di un test covid negativo in un arco temporale da definire o l’avvenuta guarigione dal Covid. Chi ottiene il pass ha la possibilità di: spostarsi liberamente nel territorio nazionale e di accedere a determinati eventi (culturali, sportivi) riservati ai soggetti muniti del documento.

Al momento è un’ipotesi. Durante la cabina di regia, il premier Mario Draghi su impulso della Ue avrebbe proposto l’introduzione del pass. La proposta avrebbe avuto l’ok dei ministri presenti. Chi è in possesso del pass, riferiscono, avrebbe la possibilità di muoversi liberamente su tutto il territorio nazionale e avere l’accesso a determinati eventi.

Draghi in conferenza: prime riaperture il 26 aprile, si comincia dai ristoranti e dalle scuole

continua a leggere su Teleclubitalia.it