sita 2021

Si è alzato lunedì il sipario su SITA 2021, la serie di eventi formativi online dedicata a Scienze, Innovazione, Tecnologia e Ambiente, organizzata dal Comune di Partanna e dall’associazione Apice, nell’ambito del G55 Coworking/FabLab: gli incontri che caratterizzano il programma della prima settimana vedranno prima di tutto l’avvio di nuove collaborazioni con enti pubblici siciliani e non, passando poi ai focus dedicati agli studenti degli istituti superiori di secondo grado, tra sbocchi lavorativi nell’industria dei videogiochi e possibilità offerte dalla digitalizzazione.

Sita 2021

Il via ufficiale di SITA 2021, quindi, si è tenuto lunedì 12 aprile, con inizio dalle ore 11, in streaming sulla piattaforma StreamYard, ed in diretta Facebook sulla pagina del Comune di Partanna e sul canale Youtube del G55. I lavori si apriranno con i saluti istituzionali del sindaco di Partanna, Nicolò Catania, e con la presentazione dell’intero programma della manifestazione fino ad ottobre, da parte del presidente dell’associazione Apice, Eufemia Papalia, e dell’assessore comunale alle Innovazioni tecnologiche, Antonino Zinnanti. Quindi ci saranno gli interventi del prefetto di Trapani, Tommaso Ricciardi, del dirigente dell’Ufficio scolastico regionale – ambito territoriale di Trapani, Laura Bergonzi, del sindaco di Marsala, Massimo Grillo, del sindaco di Carbonia, Paola Massidda, del sindaco di Ribera, Matteo Ruvolo, del sindaco di Favignana, Francesco Forgione. Modera l’incontro la giornalista Jana Cardinale. Poi si passerà alla firma dei protocolli d’intesa stipulati tra il G55 con i Comuni siciliani di Bivona, Favignana e Ribera, ed il Comune di Carbonia, della provincia sarda di Carbonia-Iglesias.

Martedì 13 aprile, dalle 10, verrà avviato l’orientamento rivolto agli studenti delle scuole superiori, con un incontro in videoconferenza che vedrà come protagonista AIV – Accademia Italiana Videogiochi: l’obiettivo è far conoscere ai partecipanti, che acquisiranno i relativi crediti formativi, i nuovi profili professionali dietro l’industria videoludica, attualmente in forte espansione anche in Italia, nonostante la pandemia. Ma quali sono le figure più richieste? A fornire indicazioni utili al riguardo saranno i rappresentanti dell’AIV di Roma, che già dall’anno scorso è presente a Partanna, grazie all’avvio di tre percorsi formativi con didattica interconnessa, garantendo tramite borse di studio gratuite l’iscrizione a 12 allievi provenienti da tutta la Sicilia. Interverranno: Matteo

Chironi (direttore corso AIV Programmazione), Andrea Morini (socio fondatore AIV, direttore dei corsi AIV e direttore del corso AIV Grafica 3D), Diego Ricchiuti (direttore del corso AIV Game Design), Andrea Federici (compositore, direttore del corso AIV Musica), Katja Centomo (scrittrice, direttrice del corso AIV Scrittura Multimediale), Stefano Silvestri (Giornalista e Managing Director Ignition Publishing).

Venerdì 16 aprile, a partire dalle 11, si terrà l’evento che vedrà la partecipazione del saggista Alessandro Cacciato, autore del libro intitolato “La Sindrome del Gattopardo”, recentemente pubblicato da Rubbettino Editore. Partendo dalla nuova opera dello scrittore veneto, trasferitosi da anni in Sicilia, nelle cui pagine si parla ampiamente della cultura dell’innovazione nell’era post-lockdown, a ragazze e ragazzi verrà proposta una carrellata di professioni del futuro, mediante esempi virtuosi e best practice, con occhio rivolto soprattutto alle realtà del Sud Italia, ed alle opportunità messe a disposizione dalla digitalizzazione in atto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it