giovanni storia cuore nuovo monaldi andrea petraio

Napoli. “Donare gli organi è importante”. È il messaggio che lancia la signora Castaldo, madre di Giovanni. Da piccolo gli viene diagnosticata una grave patologia cardiaca. A tre anni il trapianto e un cuore nuovo. Passano gli anni e arriva la pandemia. Il bimbo contrae il covid e ne guarisce. Gli anticorpi pero attaccano il suo cuore fragile. Ora il bimbo è inattesa di un nuovo organo per continuare a vivere. A prendersi cura di lui, l’ospedale Monaldi di Napoli e l’equipe del cardiochirurgo Andrea Petraio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it