daunte wright ucciso minneapolis

Si chiamava Daunte Wright ed è la nuova vittima della polizia di Minneapolis. Secondo quanto riportano i media statunitensi, infatti, gli agenti del posto hanno sparato e ucciso un ventenne afroamericano.

Minneapolis, ucciso Daunte Wright

La sparatoria si è consumata poco dopo le 14 del giorno in un centro periferico della città, Brooklyn Center. Purtroppo l’episodio ha innescato nuove proteste contro le forze dell’ordine, proprio mentre nella città si celebra il processo contro l’agente Derek Chauvin accusato dell’uccisione di George Floyd avvenuta lo scorso maggio. Lo riferiscono i media statunitensi.

Secondo una prima ricostruzione, Daunte sarebbe stato ucciso durante un controllo a un posto di blocco. I poliziotti lo avevano fermato per alcuni deodoranti per ambiente accatastati vicino al parabrezza. Secondo ABC News, il giovane è stato colpito dopo essere risalito in macchina e aver cercato di allontanarsi dalla scena. Daunte, ferito dai colpi d’arma da fuoco, in seguito si sarebbe schiantato con la sua auto contro un altro veicolo a pochi isolati di distanza e sarebbe stato dichiarato morto poco dopo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it