“Non vogliamo sottoporci a un ricatto mediatico da parte della tv russa”. A dirlo è l’avvocato Giacomo Frazzitta, il legale che assiste Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone.

Denise Pipitone, il legale di Piera Maggio furioso: “Non vogliamo farlo”

All’Ansa Frazzitta ha dichiarato: “Se prima della trasmissione non ci faranno avere la documentazione relativa al gruppo sanguigno di Olesya e dell’eventuale test del Dna non parteciperemo ad alcun collegamento televisivo”.

Leggi anche >> Denise Pipitone, lo scoop del Dna a Pomeriggio Cinque: “Arrivato esito primo test”

“Senza questa documentazione – ribadisce il legale – non parteciperemo ad alcuna trasmissione né passerella televisiva e chiuderemo ogni rapporto con la tv russa”.

“Abbiamo accettato la loro proposta di un ‘faccia a faccia’ in tv – spiega ancora l’avvocato Frazzitta – con l’obiettivo di fornire alla Procura che indaga tutta la documentazione scientifica necessaria a fare chiarezza. In mancanza di ciò chiederemo alla magistratura di svolgere direttamente gli accertamenti con una rogatoria internazionale, ma non siamo disposti a una strumentalizzazione mediatica della vicenda”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it