de luca diretta pasqua

“Cerchiamo di essere responsabili a Pasqua, altrimenti tra due mesi si richiude tutto, stringiamo i denti perché qualche sacrificio in più ci serve per poter aprire ma aprire per sempre, non aprire e chiudere che è il meccanismo delle mezze misure del governo precedente che ha esaurito gli italiani”. Queste le parole del presidente della Regione nel consueto appuntamento del venerdì.

De Luca in diretta

“Completato il mondo della scuola vogliamo verificare se è possibile vaccinare i ragazzi, così potremo riaprire le scuole in condizioni di sicurezza che è la vera priorità” ha continuato il presidente della Regione che ha spiegato come procederà la campagna di vaccinazione in Campania. “Pensiamo di procedere così: fasce d’età per l’attività ordinaria ma se avremo vaccini aggiuntivi procederemo per comparti economici, al di là dell’età, come il turismo per la stagione estiva. Se riusciamo a vaccinare tutta la popolazione di Ischia, Capri, Procida, costiera sorrentina così da trovare un equilibrio tra esigenza sanitaria ed economica sociale. così come faremo nelle aree industriale, nelle fabbriche: se una grande azienda ha disponibilità di un medico, gli diamo i vaccini e vacciniamo tutti. Ma è indispensabile avere i vaccini”.

De Luca ha ribadito che “L’obiettivo della Campania è completare l’immunizzazione per l’autunno. Ogni giorno 60mila vaccini dobbiamo fare, significa 1milione 800mila somministrazioni al mese. In 3 mesi 5 milioni e 400mila di vaccinazioni. In Campania dobbiamo fare più di 9milioni di somministrazioni di vaccini. Ma ad oggi non abbiamo i quantitativi necessari per raggiungere questo obiettivo”.

Persiste poi un problema sugli “over 80, quelli domiciliati. Dobbiamo avere l’aiuto di altro personale altrimenti non ce la facciamo. Stiamo avendo risposta straordinaria degli specializzandi, oltre mille che si sono iscritti e ci aiuteranno per incrementare le vaccinazioni”.

La situazione in Italia

“90 milioni di somministrazioni di vaccini, con i ritmi attuali ci mettiamo 3 anni se vogliamo raggiugnere immunità di gregge in Italia. I risultati della Campania sono di eccellenza visto che abbiamo 15mila dipendenti in meno rispetto alle altre regioni oltre ai 126 mila vaccini in meno, lavoriamo anche con 15mila dipendenti in meno rispetto alle altre regioni in proporzione agli abitanti”.

Vaccinati in Campania

Il presidente ha poi fatto cenno a una notizia pubblicata su di lui qualche giorno fa e su un suo presunto intervento chirurgico. “E’ stata pubblicata una notizia infondata che il Presidente della Campania è andato in una clinica privata di Peschiera del Garda per un’operazione chirurgica. qua abbiamo bisogno del quadruplo vaccino contro i porta seccia, dotati di poteri occulti. Vita pubblica in Italia è passata dal circo equestre al giardino zoologico. Ci vorrebbe ben altra classe dirigente per affrontare il principio di responsabilità, qui in questo paese non risponde nessuno di nulla” ha detto.

“Per contrastare questo caos informativo abbiamo deciso di dare ogni giorno i dati sulle vaccinazioni in Campania perchè a Roma non sono stati in grado neanche e di mettere una piattaforma digitale. Trasmetteremo ogni giorno i dati sui vaccinati”. Leggi qui i dati di oggi sulle vaccinazioni.

Infine un appello: “Deve crescere consapevolezza che siamo in guerra. Per tornare alla vita deve essere clima di mobilitazione straordinaria. Quello che sta accadendo nelle ultime ore ci dà fiducia. Nei prossimi giorni avremo migliaia di medici pronti a vivere questa battaglia per vincerla”.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it