sequino sestile giugliano

GIUGLIANO. In due differenti note la consigliera comunale Caterina Sestile, indipendente di minoranza e il vice coordinatore provinciale di Forza Italia Alfonso Sequino hanno chiesto al sindaco Nicola Pirozzi la stessa cosa: “Più coraggio e fermezza”.

Sestile e Sequino, appello al sindaco di Giugliano

Mentre la consigliera, sorella del compianto Presidente del Giugliano e candidata con Poziello, ha chiesto: “In questo inizio di consiliatura noto la volontà del primo cittadino di attuare una politica attendista ed ho la sensazione che a furia di attendere diventi lui stesso vittima degli eventi che poi è costretto a rincorrere. E per una città come Giugliano questo non va bene. È necessario anticipare i tempi e pure i temi, con azioni decise e obiettivi chiari. Senza paura di sbagliare. Questa città ha bisogno di un’amministrazione coraggiosa verificato anche l’attuale contesto consiliare e di opinione favorevole che non capita a tutti i sindaci. Un sindaco con un consenso ampio in città, con una maggioranza politicamente e numericamente forte, con una enorme disponibilità di larga parte della minoranza ad aiutarlo, non può essere attendista e farsi sovrastare dagli eventi. Ci aspettiamo esattamente il contrario: che sia lui a determinarli attraverso azioni forti e decise”.

Il leader azzurro, invece, ha preso carta e penna per chiedere più attenzione sul tema dellimpianto di smaltimento delle ecoballe previsto a Ponte Riccio: “Al primo cittadino ho chiesto, però, maggiore fermezza e solerzia affinché ponga in essere azioni concrete e tangibili per evitare ulteriori scempi”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it