Malore dopo la somministrazione del vaccino Astrazeneca, donna in gravissime condizioni. Una donna è stata ricoverata in terapia intensiva in «gravissime» condizioni circa una settimana dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino anti Covid prodotto da AstraZeneca. I fatti sono accaduti a Napoli, dove la 54enne Sonia Battaglia – questo il nome della donna ricoverata – ha ricevuto il vaccino del lotto ABV5811, che in queste ore è in via di sequestro in tutta Italia.

Potrebbe anche interessarti >> Aifa sospende Astrazeneca in Italia 

La notizia è stata diffusa dai familiari, ed è stata confermata da fonti sanitarie: la donna, sottolineano i parenti, non aveva alcuna patologia pregresse e al momento si trova in rianimazione nell’ospedale del Mare di Napoli.

La testimonianza

«Mia madre è sempre stata una persona in salute, non aveva malattie. Improvvisamente dopo aver fatto il vaccino ha cominciato ad avere febbre, poi a vomitare e ora è in rianimazione». A raccontarlo all’ANSA è Raffaele Conte, figlio di Sonia Battaglia, la donna di 54 anni di San Sebastiano al Vesuvio che è in rianimazione all’Ospedale del Mare di Napoli. La donna è in coma farmacologico per una serie di patologie intervenute dopo la somministrazione il 1 marzo al centro dell’Asl Napoli 2 del vaccino Astrazeneca del lotto ABV5811, bloccato in tutta Italia

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it