de luca diretta

“Come era ampiamente prevedibile siamo in zona rossa perché questo livello di contagio non si può più reggere”. Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha anticipato il passaggio in zona rossa della regione nella sua consueta diretta del venerdì.

Virus in Campania, De Luca in diretta: “Siamo in zona rossa”

Il governatore campano non ha usato mezze parole. “Come del tutto evidente siamo arrivati alla terza ondata. Per quanto riguarda la Campania da oltre una settimana registriamo sui 2500 positivi al giorno. Siamo in questa situazione perché la capacità di contagio delle varianti è estremamente aggressiva e con una caratterista: il contagio tocca la popolazione più giovane rispetto a quella più anziana”, spiega De Luca

Preoccupano ancora i contagi riscontrati nelle scuole campane. “Nei nostri territori abbiamo registrato un livello di contagio enorme nel mondo della scuola. Vi è ormai una diffusione generalizzata di varianti covid in tutta italia e fra le regioni, la Campania è quella più esposta”, precisa il Presidente della Regione Campania.

“Comportamenti scorretti e mancanza di controlli”

L’incremento dei contagi, secondo De Luca, è attribuibile ai comportamenti scorretti registrati nelle ultime settimane. Nei weekend, in particolare, migliaia di persone si sono riversate nelle strade e sui lungomari. “La diffusione di questa esplosione è data dai comportamenti scorretti in questa settimana. Si è determinato un clima di rilassamento generale, le spiagge erano perfino gremite: sembrava Ferragosto”, aggiunge il governatore campano.

Ma l’inottemperanza alle regole non è l’unico fattore ad aver contribuito alla crescita dei contagi, per De Luca c’è anche la questione della mancanza di controlli nei territori comunali. “Abbiamo registrato l’assoluta mancanza di controllo, ma questa problematica riguarda tutta Italia. Abbiamo avuto quartieri completamente abbandonati a sé stessi: alle 18 di sera non c’è più un controllo sostanziale”, sottolinea De Luca.

“Abbiamo avuto sindaci – aggiunge –  che hanno fatto il proprio dovere e altri che non hanno fatto niente. Anzi, fino a qualche giorno fa incentivavano le aperture serali. Dunque, come era ampiamente prevedibile siamo in zona rossa perché questo livello di contagio non si può più reggere”, afferma il presidente della Regione.

“E’ evidente che bisogna prendere misure eccezionali. Ora, noi abbiamo anche 2500 positivi nella nostra regione. E’ pienamente in corso la campagna di vaccinazione che è l’unica risposta vera che possiamo andare alle varianti covid in Italia”, aggiunge.

Scuola

Resta il problema irrisolto delle scuole in Campania e anche in tutta Italia. “Queste varianti hanno dimostrato una particolare aggressività sulla popolazione giovanile e scolastica. Abbiamo registrato casi bambini asintomatici ma che tuttavia hanno una capacità incredibile di contagiare genitori, nonni e familiari”, continua De Luca.

“Volevo segnalare una decisione che sta prendendo il governo, che io considero grave e sbagliata: ha deciso di spostare la data delle elezioni amministrative, vanno al voto le grandi città, al 4 ottobre. Significa che bisogna presentare le liste il 4 settembre. Significa che quei mesi dedicati solo alla scuola vedranno una totale distrazione delle istituzioni ed è già successo lo scorso anno”, conclude.

continua a leggere su Teleclubitalia.it