Giugliano. La mascherina impregnata di sangue è ancora presente sul ciglio della strada, a pochi passi dalla Chiesa della Madonna delle Grazie. Il dispositivo di sicurezza appartiene ad una donna, che, dopo la messa vespertina alla quale aveva partecipato, è stata investita da un’auto mentre usciva dal santuario.

Giugliano, auto investe una donna all’uscita di chiesa e poi scappa

E’ accaduto ieri nel tardo pomeriggio, poco dopo le 19 e 30. La donna, una 70enne di Marano, si stava dirigendo a casa dopo aver ascoltato l’omelia pomeridiana, quando un’auto che procedeva a folle velocità l’ha travolta in pieno. Il conducente, un 47enne di Melito, non si è fermato per prestarle soccorso e per sincerarsi delle sue condizioni, ma è scappato lasciandola esanime sull’asfalto.

I soccorsi

Ad assistere alla scena decine di fedeli, che si sono precipitati per aiutare l’anziana donna. Subito è stato lanciato l’allarme al 118 e alle forze dell’ordine. Nel giro di pochi minuti sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Marano, guidato dal comandante Gabriele Lo Conte, che hanno raccolto la testimonianza dei presenti. I sanitari del 118 hanno stabilizzato la donna e successivamente l’hanno trasportata all’ospedale San Giuliano di Giugliano, dove attualmente è ricoverata. La 70enne non è in pericolo di vita ma ha riportato alcune fratture al setto nasale e alle costole.

La denuncia

Ieri sera il pirata della strada si è poi costituito in caserma: ai militari ha raccontato quello che era accaduto poche ore prima e di essere responsabile dell’investimento. Gli uomini dell’Arma hanno provveduto a fargli gli esami tossicologici per capire se l’uomo avesse agito sotto effetto di alcol. Si attende il risultato dei test. Il 47enne è stato poi denunciato a piede libero per omissione di soccorso e per lesioni stradali.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it