lotteria scontrini 1 febbraio iscrizione

Oggi 1 febbraio è partita la tanto annunciata Lotteria degli Scontrini. Si possono iscrivere tutti i cittadini italiani maggiorenni, che parteciperanno semplicemente facendo normali acquisti nei negozi (inclusi ristoranti, tabaccai, distributori di benzina) e pagando con strumenti tracciabili, quali le carte di credito e app come Google Pay, Apple Pay, Satispay e via dicendo. Ogni settimana verranno estratti 15 persone che intascheranno 25.000 euro (esentasse) ed è prevista un’estrazione annuale da ben 5 milioni.

Insomma si può tentare la sorte con questo strumento individuato dal governo per contrastare l’evasione fiscale. Dato che vi possono partecipare solo coloro che faranno acquisti con la carta di credito o le app.

Cos’è la lotteria degli scontrini

La lotteria degli scontrini è un vero e proprio concorso a premi legato all’emissione dello scontrino fiscale. L’obiettivo è di incentivare il pagamento con moneta elettronica in tutti gli esercizi commerciali da parte dei cittadini italiani. Chi sceglie di pagare gli acquisti in negozio con la carta di credito o debito, infatti, potrà partecipare a una doppia estrazione: quella standard, legata allo scontrino fiscale elettronico, e quella riservata al pagamento cashless.

Di base, per ogni scontrino che verrà emesso il cliente riceverà dei “biglietti virtuali” legati a un proprio codice personale, così da poter partecipare all’estrazione a premi controllata dall’amministrazione finanziaria. Nel caso uno dei nostri “biglietti virtuali” dovesse essere selezionato, riceveremmo un premio in denaro di svariate migliaia di euro.

Lotteria degli Scontrini: come iscriversi

Per partecipare alla Lotteria degli Scontrini è fondamentali iscriversi sul sito dell’iniziativa. Al contrario di quanto accade con il Cashback di Stato, non è necessario avere SPID o altri sistemi di identificazione digitale: basta il codice fiscale.

Dopo aver cliccato su Partecipa Ora, si verrà riportati a questa pagina dove basterà inserire il proprio codice fiscale e inserire il captcha. Subito dopo si verrà reindirizzati a a una pagina dove verrà mostrato il proprio codice lotteria, che potrà essere stampato o scaricato sul cellulare.

Come si ottengono i biglietti per la Lotteria degli Scontrini?

Ottenuto il codice, questo va portato sempre con se, stampato o salvato come immagine sullo smartphone. Quando si farà un acquisto e si paga con carte o app, si potrà richiedere all’esercente di partecipare, semplicemente mostrando il codice, che verrà scansionato.

Non tutti gli acquisti però danno diritto agli scontrini. Come specificato nelle FAQ, sono esclusi:

  • li acquisti di importo inferiore a un euro;
  • gli acquisti effettuati online;
  • gli acquisti destinati all’esercizio di attività di impresa, arte o professione;
  • nella fase di avvio della lotteria, gli acquisti documentati mediante fatture elettroniche;
  • sempre nella fase di avvio della lotteria, gli acquisti per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria (per esempio gli acquisti effettuati presso farmacie, parafarmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari ecc.);
  • sempre nella fase di avvio della lotteria, gli acquisti per i quali l’acquirente richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Giovedì 11 marzo è fissata la prima estrazione mensile che distribuirà premi da 100.000 euro a 10 acquirenti e da 20.000 a 10 esercenti a fronte degli scontrini trasmessi e registrati al Sistema lotteria dal primo al 28 febbraio.

Da giugno si aggiungeranno le estrazioni settimanali che distribuiranno ogni settimana 15 premi da 25.000 euro per chi compra e 15 premi da 5.000 euro per chi vende. All’inizio del prossimo anno si terrà la prima estrazione annuale che premierà uno degli acquisti effettuati dal primo febbraio al 31 dicembre 2021 assegnando 5 milioni di euro a un acquirente e 1 milione di euro a un esercente.

Possono partecipare alla lotteria tutti i maggiorenni che pagano con carte di credito, carte di debito, bancomat, carte prepagate o app. Non valgono gli acquisti in contanti e nemmeno quelli online. Sono escluse anche le spese detratte con la tessera sanitaria.

continua a leggere su Teleclubitalia.it