Aperti con servizio ai tavoli dopo le 18.00, in violazione delle disposizioni del governo: questa la protesta dei ristoratori che con l’hashtag #ioapro invitano i propri clienti a recarsi nelle proprie attività oltre l’orario consentito con possibilità di consumo al tavolo. 

Il comparto non sta vivendo un momento facile, ma nonostante ciò non tutti i ristoratori scelgono di aderire, proprio per non incappare in eventuali sensazioni e aggravare un quadro già nero.

C’è invece chi, proprio in virtù dei tanti sacrifici fatti, è in dubbio e sta valutando se continuare il servizio ai tavoli dopo le 18.00.

Altri ristoratori decidono di prendersi le responsabilità di eventuali sanzioni pur di far valere le proprie idee. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it