Napoli. Calci e pugni contro un’ambulanza del 118. Comincia con un’aggressione il nuovo anno per gli operatori sanitari. La vicenda è stata denunciata dall’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate sulla pagina Facebook.

Napoli, prima aggressione dell’anno al 118: ambulanza presa a calci e a pugni

L’aggressione si è consumata ieri sera, 2 dicembre, a San Giovanni a Teduccio. Il mezzo di soccorso, secondo la denuncia dell’associazione, era da poco partita dall’Ospedale del Mare e stava raggiungendo l’abitazione di un paziente, quando un gruppo di persone si sono scagliate contro l’ambulanza.

La denuncia

“All’arrivo trovano una manciata di astanti inferociti che iniziano a prendere a calci e pugni il mezzo di soccorso. Con grande difficoltà, e sotto minacce e offese, il medico e l’infermiere raggiungono l’appartamento del paziente e lo trasferiscono immediatamente in ambulanza togliendosi da quel posto pieno di persone infuriate per un ritardo del mezzo inesistente”, racconta l’Associazione su Facebook.

Leggi anche >> Napoli, infermiera presa a calci e a pugni. In 4 tentano di cavarle un occhio

I sanitari del 118 sono riusciti a trasportare il paziente in ospedale. “Inizia molto male questo 2021 per il 118 partenopeo – scrive su Facebook Nessuno Tocchi Ippocrate –  ricordiamo l’aggressione di inizio 2020 quando sempre a San Giovanni a Teduccio il medico della postazione Chiatamone fu investito dall’onda d’urto di un petardo perdendo l’uso momentaneo dell’udito all’orecchio destro”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it