Vitulazio. Si è incatenata fuori al suo bar in segno di protesta. Il motivo? Aver ricevuto, a suo dire, una multa ingiusta dai carabinieri, i quali l’avrebbero sanzionata poiché all’interno del suo bar avevano sorpreso tre clienti mentre consumavano.

Caserta, multata per 3 clienti all’interno del bar. Elvira si incatena

Accade a Vitulazio, piccolo comune di 7mila anime in provincia di Caserta. Per Elvira Micillo, titolare di un bar, ricevere una sanzione amministrativa di 200 euro perché tre clienti stavano consumando all’interno del suo locale è troppo: e così ha deciso di incatenarsi all’esterno della sua attività commerciale e di fare anche lo sciopero della fame per protesta.

Leggi anche >> Napoli, raffica di controlli e di multe a Natale: 52 persone sanzionate

“Ci trattano come dei criminali. Il lavoro è un diritto. Hanno detto che non potevo bloccare il suolo pubblico, così mi sono incatenata all’esterno del mio bar e rimarrò qui tutta la notte, senza mangiare, dormire e bere, fino a quando i politici non si metteranno d’accordo”, spiega Elvira, con gli anelli d’acciaio che le  bloccano le mani, a Edizione Caserta.

La commerciante è stata anche la prima persona in assoluto a Vitulazio a contrarre il Coronavirus. “Sono la prima ad aver avuto il Coronavirus e so cosa significa ammalarsi di questo virus. Ma so anche cosa significa lavorare e senza lavoro non siamo nessuno”, chiosa la donna.

continua a leggere su Teleclubitalia.it