natale zona rossa

Il governo, in vista delle festività, pensa a nuove misure restrittive, di cui si discute ormai da diversi giorni. Zona rossa i giorni di Natale, Santo Stefano, Capodanno, Befana e nelle due domeniche del 27 dicembre e 3 gennaio. Zona arancione nei prefestivi. Se i numeri della pandemia non dovessero calare, pronti provvedimenti più drastici: zona rossa dal 24 dicembre al primo gennaio. L’esecutivo varerà il decreto Covid tra oggi e domani. Numeri allarmanti anche in Germania: 27.728 casi e picco di morti con 952 in 24 ore.

La sentenza arriverà da un vertice, che si annuncia infuocato, tra il premier Giuseppe Conte e i capidelegazione della maggioranza Dario Franceschini (Pd), Roberto Speranza (LeU), Alfonso Bonafede (5Stelle) e Teresa Bellanova (Italia Viva), cui parteciperà il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia. In gioco: la libertà di movimento e le riunioni familiari nella stessa città o paese nei giorni prefestivi e festivi dal 23 o dal 24 dicembre, al 6 gennaio.

Bar, ristoranti e negozi

Conte, insomma, non andrebbe più in là della zona arancione su scala nazionale, con bar, ristoranti e confini comunali chiusi, ma con i negozi aperti (anche per non rovinare il lancio del piano cash-back) e soprattutto con la possibilità per i cittadini di uscire di casa. La prova: il premier ieri ha parlato solo di «qualche ritocchino» e di «qualche misura ulteriore», sostenendo che con «l’attuale sistema stiamo contenendo bene l’epidemia».

continua a leggere su Teleclubitalia.it