Napoli. Complice il bel tempo e l’aria natalizia, ieri a Napoli si sono riversati in centinaia in strada per dare il via alle compere natalizie.

Campania zona arancione, a Napoli folla nelle strade dello shopping

Lunghe file si registrano all’esterno dei negozi soprattutto al Vomero e al centro storico. Gente in coda soprattutto fuori ai grandi magazzini e agli store di abbigliamento e di articoli sportivi.

Sulla questione è intervenuto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, schierandosi a favore delle riaperture. “Che ci sia gente in strada a Napoli è un dato scontato, e solo chi non è abitante della città si può meravigliare. Spero che non cominciamo la litania della meraviglia di vedere le strade con le persone perché mi sembrerebbe di vivere il festival della stupidità. Almeno noi sottraiamoci a questo. La settimana prossima se saremo zona gialla di gente ne vedremo anche il triplo”, ha detto il primo cittadino.

“Le persone non sono degli untori, rispettano le regole e oltre il 95 per cento indossa la mascherina. Se nel Dpcm c’è scritto che in zona arancione le persone possono uscire, allora escono e se qualcuno si meraviglia è una persona che non ha una quantità di cervello particolarmente ossigenato’. Non ci sono assembramenti e nel caso ci siano ci sono le forze dell’ordine  Le persone camminano come avviene a Bologna, Firenze, Venezia, Palermo, Bari, Verona e Berlino. Come avviene in tutti i posti del mondo”, ha aggiunto de Magistris.

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca si è dichiarato contro le aperture: “Quest’anno Natale e Capodanno non esistono o sarà una ecatombe” ha detto durante la sua diretta video facebook del venerdì. E a tal proposito la Regione ha emanato una ordinanza con cui intensifica i controlli a campione in aeroporti e stazioni ferroviarie.

 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it