Melito. Prima il tumore, da cui era riuscito a guarire, e poi il Coronavirus. Un lungo e inesorabile calvario dal quale Gaetano Cuccurullo, 24enne di Melito, non è purtroppo riuscito ad uscirvi.

Melito, prima il tumore e poi il Covid-19: Tanio muore a 24 anni

Tanio, così Gaetano si faceva chiamare dagli amici e dalla fidanzata, aveva concluso l’ultima chemioterapia nel mese di ottobre. Dopo una lunga battaglia, l’incubo del tumore sembrava ormai essere finito.

Poi, di recente, Tanio aveva scoperto di essere positivo al Covid-19. Nel giro di poco tempo le sue condizioni sono precipitate. Nonostante le cure dei medici, per Tanio non c’è stato più niente da fare. E ieri il suo cuore ha smesso di battere.

La notizia del decesso si è presto diffusa in città, gettando nello sconforto un’intera comunità. Tantissimi i messaggi di cordoglio sui social indirizzati alla famiglia e alla fidanzata di Tanio. E proprio Tanya, la ragazza del 24enne, di Giugliano, ha voluto dedicargli un lungo post.

“Quanti litigi abbiamo avuto, quante parole ci siamo detti, quante volte eravamo talmente incazzati da non sentirci neanche. Quanti rimproveri, quante risate, quante pizze, quante uscite.
Avevamo fatto una lista, dopo le chemio saremmo dovuti andare ad Amalfi, avremmo dovuto mangiare una pizza, saremmo dovuti andare insieme al concerto dei Modà che mi regalasti, ma soprattutto. Saresti dovuto essere presente alla mia laurea, al mio Natale, al nostro anniversario, al compleanno dei tuoi, dei miei. Avresti dovuto essere parte del mio futuro, della mia vita. Purtroppo così non è stato, e purtroppo non riesco a capacitarmene. Mi hai sempre rimproverato il fatto che fossi poco paziente. In questo mese soprattutto ho fatto la buona. Ti ho aspettato, sono stata male, ma ti avrei aspettato anni”.
continua a leggere su Teleclubitalia.it