rischio chiusura regioni

Il nuovo Dpcm che dovrebbe essere firmato da Conte già domani crea ancora tensioni tra esecutivo ed enti locali.

Come anticipa IlCorriereDellaSera, all’interno di questo Dpcm, che dovrebbe entrare in vigore «entro mercoledì» (e dunque, va ribadito, non è ancora stato varato ufficialmente), Conte ha delineato un nuovo sistema di regole che si baserà su una classificazione delle Regioni in tre «scenari di rischio, con misure via via più restrittive»

Come funzionerà il meccanismo delle «aree di rischio»?

La premessa da cui partire è che, secondo quanto riferito dal presidente del Consiglio, il quadro epidemiologico in cui si trova l’Italia «è in via di transizione verso lo scenario 4».

Che cos’è lo scenario 4?

A definire i diversi scenari — il 4 è il più grave — è il piano «Prevenzione e risposta a Covid-19» redatto dall’Istituto superiore di Sanità: un documento che prevede, appunto, diversi scenari e le relative misure da mettere in campo in base all’andamento dell’epidemia. Lo scenario 4 si verifica in casi di «trasmissibilità non controllata con criticità nella tenuta del sistema sanitario nel breve periodo».

continua a leggere su Teleclubitalia.it