Napoli. Il tracciamento dei contagi sembra essere ormai saltato da diverse settimane. Da più parti si registra infatti il dramma dei positivi al Covid costretti, anche se asintomatici, all’isolamento senza disposizioni dell’autorità sanitaria. I centralini non riescono a rispondere a tutte le richieste.

COVID NAPOLI: “L’ASL NON RISPONDE DA OLTRE 20 GIORNI”

Tra i tanti casi c’è quello di Angelo Cerullo, giovane napoletano del quartiere Chiaiano, che dopo aver scoperto con test privato la positività è da 23 giorni in auto-quarantena all’interno di un camper insieme al padre in attesa del secondo tampone da parte dell’Asl Napoli 1. Un difficile isolamento ma ad oggi non riesce ad avere alcuna risposta. 

VIDEO:

continua a leggere su Teleclubitalia.it