Diventa critica la gestione dell’emergenza coronavirus a Giugliano. Allo stato attuale – come anticipa NapoliNordwebtv – sono 15 i ricoverati presso il reparto Covid, di cui sette sottoposte al “casco” per la ventilazione in terapia subintensiva.

Giugliano, reparto Covid al collasso: servono altri cinque posti

A destare preoccupazione anche la circolazione del virus tra gli appartenenti al personale sanitario. Se ne contano 12, tra medici e infermieri. Criticità in vari reparti: dalla Cardiologia alla Rianimazione, dalla Sala Operatoria all’Ortopedia. Per correre ai ripari, la direzione sanitaria sta valutando di ampliare il numero dei posti letto nel reparto Covid da 15 a 20. Una misura necessaria, visto l’incremento esponenziale dei contagi da coronavirus nella terza città della Campania. Oggi sono infatti 500 i positivi attuali, come comunicato dall’ultimo bollettino dell’Unità di Crisi.

Intanto la pressione sul sistema sanitario si fa difficile in tutta l’Asl Napoli 2 Nord. Per questo le sigle sindacali hanno inviato una nota alla direzione dell’Asl Napoli 2 Nord: “Distretti Sanitari, Dipartimenti, Servizi di Emergenza Territoriali 118, Salute Mentale, RSA, Hospice sono al collasso per carenza di personale medico, infermieristico, Oss.. Per cui gli operatori sanitari sono sottoposti ad un notevole stress psicofisico”.

L’appello dei sindacati: “Subito un tavolo urgente”

Da qui la richiesta: “Le scriventi ritengono fondamentale che la direzione aziendale fornisca alle organizzazioni sindacali una costante e puntuale informativa consentendoci di espletare adeguatamente il nostro mandato di tutela e rappresentanza dei lavoratori e soprattutto tutela dei livelli essenziali di assistenza. Per quanto su esposto le sottoscritte sigle sindacali chiedono con impellenza un tavolo permanente di confronto su un’emergenza coronavirus, sulla tutela dei dipendenti e le strategie da attuare per fronteggiare tale criticità. La grave carenza di personale – concludono le single sidacali Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uilfpl, Fiale, Nursing-Up – impone un piano straordinario di assunzioni”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it