Bacoli. Un alunno della scuola Paolo di Tarso è risultato positivo al coronavirus. Il bambino ha avuto la febbre e, da quando ha manifestato sintomi, è rimasto a casa. Lo ha comunicato il sindaco della città flegrea, Josi Della Ragione, attraverso un lungo post sulla sua pagina Facebook.

Alunno positivo al Coronavirus: classe in quarantena

Il primo cittadino ha informato il dirigente scolastico della positività del bambino, il quale a sua volta ha provveduto nel pomeriggio a sanificare i locali della struttura didattica. Disposti i tamponi e l’isolamento domiciliare per tutti gli studenti e gli insegnanti della classe frequentata dal ragazzino.

“In sinergia con l’Asl, si sta provvedendo a contattare tutti gli studenti e gli insegnanti della classe I E, per cui è stato disposto il tampone e l’isolamento domiciliare. Quindi, precauzionalmente, la classe resterà in isolamento”, scrive il sindaco di Bacoli sui social.

Riaperte due scuole

La scuola, già sanificata, resterà aperta per svolgere le attività didattiche. Riaperti, invece, due istituti: si tratta del liceo Lucio Anneo Seneca, dopo la sanificazione dei plessi di Torregaveta e Fusaro. “La classe I C è in isolamento (alunni ed insegnanti) in attesa dell’esito dei tamponi”, spiega il primo cittadino. E del plesso di Cuma, l’istituto “Plinio il Vecchio-Gramsci”.  Il bidello asintomatico, che ha effettuato il tampone, resterà in isolamento.

“Per rassicurare tutti – prosegue il sindaco –  mi sono recato personalmente alla scuola “167”: confrontandomi con i collaboratori, le insegnanti ed il preside. È stato fatto tutto quanto prescrive il protocollo nazionale diramato dal Ministero della Pubblica Istruzione. Una scelta condivisa con il dirigente scolastico e con il Dipartimento di Epidemologia e Prevenzione dell’Asl. Non aprirei mai una struttura insicura per i bambini. Mai. Soprattutto una scuola dell’obbligo, come le elementari”, conclude Della Ragione.



continua a leggere su Teleclubitalia.it