apparentamenti ballottaggio

GIUGLIANO. È tempo di apparentamenti. È tempo di valutare le possibili alleanze in vista del ballottaggio del 4 e 5 ottobre. Nicola Pirozzi e Antonio Poziello sono già ripartiti e sono di nuovo in campagna elettorale. Entrambi hanno già ripreso a fare gli appelli al voto. Ma al momento nel centrodestra c’è chi ha già le idee chiare come Forza Italia. Il coordinatore Franco Carleo chiude infatti all’ipotesi di apparentamento. “Ringraziamo gli elettori del centrodestra ma non possiamo valutare nessun apparentamento. Siamo di centrodestra e non condividiamo i progetti e programmi di centrosinistra. Siamo determinati”.

Ipotesi apparentamenti al ballottaggio

Non ha preso ancora decisioni invece Luigi Guarino che correva con due liste civiche in coalizione con Maisto. “Stiamo valutando un possibile accordo – dice -. Potrebbe esserci un apparentamento come potrebbe non esserci. Valuterò il mio gruppo nel caso chi preferisce. A differenza dei partiti che sono strutturati, il mio gruppo fa riferimento a me. Decideremo in tempi brevi”. Il candidato sindaco Maisto nel corso del nostro speciale dopo voto aveva detto di lasciare libera la coalizione di decidere.

Intanto l’ex sindaco ha già dichiarato di non essere favorevole ad accordi al secondo turno ma solo ad “endorsement”. La conferma della fiducia dei cittadini, che ci hanno premiato facendo della Lista “Poziello Sindaco” la prima forza politica della città, con il doppio circa dei voti del Partito Democratico e voti pari alla somma di PD e 5S, è una grande soddisfazione – commenta Poziello -. Essere al ballottaggio con oltre 4 punti di vantaggio dal mio avversario credo sia il riconoscimento del grande lavoro fatto in questi anni”.

Pirozzi invece apre il dialogo a qualsiasi schieramento e ne approfitta per lanciare qualche stoccata all’avversario. “La città ha scelto smentendo in modo indiscutibile le falsità di chi parlava di vittoria certa al primo turno – scrive, facendo riferimento al competitor -. mai come ora il campo è chiaramente diviso, due parti contrapposte e completamente diverse. Saranno giorni nei quali non accetteremo provocazioni ma saremo chiari nelle differenze nette che esistono nei progetti, nelle idee e anche nelle persone, rimanendo intransigenti su temi come la legalità”.



continua a leggere su Teleclubitalia.it