E’ in corso lo spoglio per le elezioni regionali. In molti casi si attendono ancora gli ultimi verbali per determinare i consiglieri regionali eletti. Per ora con certezza possiamo dire che Mario Casillo del Pd è il più votato in Campania con un record incredibile di preferenze che supererà le 40.000 preferenze.

Elezioni regionali Campania, chi sale e chi scende: ecco i primi risultati tra i consiglieri

Casillo da solo insomma prende di più di molti partiti. Al secondo posto nel Pd Loredana Raia, seguita da Bruna Fiola e Massimiliano Manfredi. Quinto e sesto Enzo Amato e Gianluca Daniele solo settimo Antonio Marciano ma, ripetiamo, lo spoglio è in corso perciò qualcosa potrebbe cambiare. Nella lista De Luca presidente invece i primi cinque per ora sono Lettieri, Fortini, Mocerino, Raia, Venanzoni. Italia Viva in testa, dovrebbe scattare Iovino Francesco a quasi 10.000 voti, tallonato da Mundo in corsa per il secondo seggio a suo volta seguito a stretto giro da Pagano in terza posizione.

Quarto più distanziato Bove ma mancano alcune sezioni di Mugnano. In Campania Libera è testa tra Casillo e Porcelli per la prima piazza entrambi abbondantemente sopra i 10.000 voti. Molto più staccata l’uscente Beneduce a poco più di 5000 preferenze. In Fare Democratico se la giocano Di Maiolo e Caso, più staccato l’ex Senatore Nello Palumbo. Nei Liberali in testa c’è Sommese mentre nei Verdi è salda la leadership di Borrelli che è tra i più votati intorno ai 15000 voti. In Noi Campani dove potrebbe scattare un seggio è lotta al fotofinish tra Santini e Barra.

In Centro Democratico al comando c’è Giovanni Mensorio che in caso di assegnazione del seggio alla lista entrerebbe in consiglio. Passiamo al Centro Destra: primo partito Fratelli d’Italia, dove primeggia Michele Schiano che però non arriva a 10.000 preferenze seguito da Marco Nonno e Carmela Rescigno. In Forza Italia si contendono le prime tre piazze Patriarca, Di Scala e Cascone. Nella Lega Nappi primo e Campana secondo. Nei M5s prima la Ciarambino seguita da Saiello, Muscarà e Cirillo.



continua a leggere su Teleclubitalia.it