Vacanze di lusso in costiera amalfitana, a Palma di Majorca o a Gaeta. E’ lo scenario che emerge guardando i profili Instagram di Marco e Gabriele Bianchi, i due fratelli accusati dell’omicidio di Willy Monteiro.

I fratelli Bianchi facevano vacanze di lusso. Col reddito di cittadinanza

A svelare la vita mondana dei due presunti assassini del 21enne sono i social. Ci sono scatti realizzati a a Positano, in un albergo con colazione a vista da urlo. Oppure in un resort umbro da 250 euro a notte nella campagna di Marsciano. In un’altra foto sono in un famoso lido di Gaeta, in provincia di Latina.

Tanto basta per spingere gli investigatori a capire da dove arrivassero i soldi della coppia di fratelli. Entrambi, infatti, risultano nullatenenti o quasi. Anzi, percepivano addirittura il reddito di cittadinanza. Una vita da nababbi incompatibile già a prima vista con le condizioni necessarie ad accedere al sussidio previsto dallo Stato per le fasce più povere. Saranno adesso le indagini patrimoniali condotte dalla Procura della Repubblica a fare luce luce sulle altre eventuali fonti di reddito che abbiamo permesso ai due di condurre una vita di lusso e concedersi vacanze in giro per l’Italia e l’Europa.



continua a leggere su Teleclubitalia.it