De Luca campania coronavirus

Si va verso la riapertura posticipata delle scuole in Campania. E c’è una data: il 24 settembre, dopo le elezioni. E’ quanto probabilmente deciderà oggi il governatore Vincenzo De Luca dopo il vertice che si terrà oggi pomeriggio con l’Unità di Crisi della Protezione Civile.

Campania, verso la riapertura posticipata delle scuole al 24 settembre

Oltre al governatore, parteciperanno alla riunione l’assessore al ramo Lucia Fortini, la direttrice scolastica regionale Luisa Franzese, i sindacati della scuola, i vertici dell’unità di crisi e l’Anci. Alla luce di tutte le variabili in campo saranno tirate le somme finali per una decisione politica peraltro già ben delineata come orientamento, nelle settimane scorse, quando il governatore per primo in Italia aveva chiesto formalmente, con una lettera inviata al ministro della Salute Roberto Speranza e al premier Giuseppe Conte, di posticipare appunto, a dopo le elezioni, il suono della prima campanella.

Dunque ci saranno dieci giorni di tempo in più rispetto alla data di apertura nazionale, che è fissata al 14 settembre. Un lasso di tempo utile a registrare il trend dei contagi in Campania, ieri in lieve calo, e a monitorare il livello di diffusione del virus tra docenti e alunni. Ieri i dati di adesione agli screening dei docenti e del personale Ata danno un valore totale di 8.092 test effettuati di cui 105 positivi e 7.987 negativi ma molte Asl ancora ieri li stavano aggiornando. I medici di famiglia, attraverso i coordinatori delle Aft (Aggregazioni funzionali territoriali) trasmetteranno entro stamattina, ai manager di tutte le Asl, il conteggio finale. Dall’8 settembre, inoltre, dovrebbero arrivare banchi e mascherine inviati dal commissario Domenico Arcuri. Domenica test a tutti alla Mostra d’Oltremare per iniziativa della Fimmg.



continua a leggere su Teleclubitalia.it