Il premier Giuseppe Conte interviene al Corriere della Sera sulla possibilità di un nuovo lockdown. Mentre in Francia la salita dei contagi spinge Macron a ipotizzare una nuova quarantena nazionale, il capo de Governo italiano lo esclude per il nostro Paese.

Lockdown, in Italia non ci sarà: lo dice il premier Conte

Il Presidente de Consiglio concede una lunga intervista al quotidiano “Il Corriere della Sera”. Al centro dell’articolo l’impennata dei contagi durante le vacanze estive e la paura di nuove chiusure imminenti in vista della “seconda ondata”. La notizia positiva è che al momento la crescita della curva epidemica non sembra preoccupare i vertici del Paese. I ricoveri in terapia intensiva sono sotto controllo così come il numero dei decessi.

Rispetto a questa situazione, Giuseppe Conte sembra voler escludere categoricamente la possibilità di una nuova quarantena estesa a tutto il territorio nazionale. Scuole e attività produttive, sottolinea Conte, resteranno aperte, garantendo quella continuità che è venuta a mancare nei mesi caldi della pandemia. A oggi, lo stato del Sistema Sanitario Nazionale non è così preoccupante così come lo era tra marzo e aprile, quando l’Esecutivo fu costretto a chiudere scuole e imprese e dichiarare la quarantena sull’intero territorio nazionale.

Ovviamente non si escludono chiusure locali o addirittura regionali se la situazione sanitaria lo richiedesse da qui alle prossime settimane. E’ quanto già accaduto a Mondragone o a Sant’Antonio Abate, in provincia di Napoli. Al momento la maggior parte dei contagi si registrano tra i giovani e i rischi di focolai ospedalieri o nelle RSA sono minimi. Il tempo della quarantena nazionale dovrebbe essere definitivamente tramontato.



continua a leggere su Teleclubitalia.it