Giugliano. Dopo la breve pausa di Ferragosto, è tempo di chiudere il risiko delle candidature. Mancano pochissimi giorni ormai alla consegna delle liste, previste entro sabato 22 agosto alle ore 12. A Giugliano per completare il puzzle delle amministrative resta da capire solo cosa farà il Movimento 5 Stelle.

I pentastellati locali avevano proposto il nome del medico Pasquale Mallardo, che non convinceva però i vertici, mentre la senatrice Castellone aveva provato a calare l’ex dem Raffaele Pacilio. L’ex portavoce Nicola Palma resta fuori dopo la ‘misteriosa’ esclusione dalle votazioni online per le regionali.

GIUGLIANO, ANCORA LONTANA L’INTESA PD-M5S

Ora si deve capire come definire gli accordi col Partito Democratico dopo il voto nazionale su Rosseau che ha dato il via libera alle alleanze sui territori. A Giugliano l’intesa però, fanno sapere da fonti Pd, è ancora in alto mare e rischiano di incepparsi anche i patti degli altri comuni, inclusa Pomigliano dove il laboratorio ha fatto da apripista e il candidato Dario De Falco, fedelissimo di Luigi Di Maio, si è detto pure pronto a un passo di lato pur di definire l’alleanza. 

Ma la segreteria napoletana democrat – come riporta Il Mattino – ora avrebbe rimesso tutto in discussione ed è pronta a un braccio di ferro con l’M5s: o si chiude un accordo anche a Giugliano su Nicola Pirozzi o l’asse salta dappertutto, tra cui pure Caivano e Marigliano in provincia di Napoli. I grillini giuglianesi sarebbero però spaccati sulla scelta mentre mancano pochissimi giorni. “La decisione non dipende da me o dal circolo locale ma dai tavoli provinciali” dice il candidato sindaco Pirozzi contattato dalla nostra redazione. I vertici della segreteria provinciale del Pd – sottolinea ancora il quotidiano napoletano – ora sono pronti a forzare la mano. Un accordo su Pirozzi o anche altrove non se ne fa più nulla. I grillini locali ancora non si sono espressi pubblicamente sulla vicenda.

Per il Movimento 5 Stelle di Giugliano, se salta anche la certificazione delle lista, si andrebbe verso la corsa in solitaria con la civica Giugliano in Movimento e la candidatura del consigliere uscente Salvatore Pezzella. L’accordo giuglianese tra dem e pentastellati al momento sembra molto complicato ma le prossime ore diranno sicuramente come andrà a finire. L’asse che regge il governo giallorosso sembra però molto complicato sui territori e Giugliano a quanto pare sta giocando un ruolo chiave per le tenuta di questo laboratorio politico. 



continua a leggere su Teleclubitalia.it