Viviana Parisi Gioele

Messina. Una storia avvolta ancora nel mistero. Che fine ha fatto Gioele Mondello, il piccolo di 4 anni, figlio di Viviana Parisi.

Il padre di Viviana, distrutto dal dolore, non crede che sua figlia possa essersi tolta la vita. “Mia figlia non si sarebbe mai fatta del male, è troppo affezionata a suo figlio, a mio nipote”, diceva due giorni fa Luigino Parisi.  Ne è convinto anche adesso, ora che ha scoperto che sua figlia è morta nei boschi di Caronia, a poche centinaia di metri da dove è stata ritrovata la sua Opel Corsa domenica mattina. “Le hanno fatto del male, l’hanno amazzata”, dice a Repubblica e la sua voce non tradisce nemmeno più le lacrime perché forse in cuor suo temeva che la storia della scomparsa di sua figlia e suo nipote non poteva finire bene.

Dov’è Gioele?

A questa terribile storia manca ancora un tassello. Che fine ha fatto Gioele? “Mia figlia è morta e mio nipote però non c’è? Qualcuno lo ha portato via? Se lo avessero attaccato gli animali lo avrebbero trovato morto, avrebbero trovato almeno delle tracce. E allora dove può essere andato un bambino di 4 anni senza la sua mamma?”.

“Adesso partiremo, andremo giù, partiamo appena troviamo il biglietto”, continua il padre.  “Ma se tutti questi testimoni l’hanno vista allontanarsi a piedi, perché non l’hanno seguita? Qualcuno forse avrrebbe potuto aiutarla”.

Lui, autista Gtt per 38 anni non si sarebbe tirato indietro: “Sono sempre intervenuto se c’era qualche problema, ho fermato una violenza una volta. Se qualcuno poteva aiutare mia figlia, forse non lo ha fatto. Forse non l’hanno cercata abbastanza. Forse ha incontrato nei boschi chi le ha fatto del male”.



continua a leggere su Teleclubitalia.it