rissa via seggio aversa daspo

La Polizia di Stato di Caserta ha dato esecuzione a 4 misure di prevenzione atipiche del Divieto di Accesso ai luoghi dove si svolgono Manifestazioni Sportive (D.A.Spo.) a carico di Francesco Picone, di anni 24, Raffaele Cipro, di anni 19, Nicola Coscione, di anni 21 e Nicola Chiacchio, di anni 20, con la quale è stato fatto divieto agli stessi – per i primi due per la durata di anni due e per i restanti per la durata di anni uno -, di accedere a tutte le manifestazioni sportive calcistiche e cestistiche.

Rissa in via Seggio ad Aversa: 4 daspo

La misura di prevenzione è stata predisposta dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Caserta sulla scorta delle novità legislative introdotte in materia di D.A.Spo. che prevedono la possibilità di disporre la misura interdittiva nei confronti di soggetti denunciati o condannati, anche con sentenza non definitiva, nel corso dei cinque anni precedenti, per alcuni specifici reati anche se le condotte non sono state commesso in occasione o a causa di manifestazioni sportive (c.d. D.A.Spo. fuori contesto).

Nella fattispecie, la necessità di procedere all’applicazione della misura interdittiva nei confronti dei quattro, trae origine dalla denuncia a loro carico del Commissariato di P.S. di Aversa in quanto ritenuti responsabili del reato di rissa in merito ad alcuni episodi verificatisi in data 06.06.2020 nel corso della c.d. “movida” in Aversa alla Via Seggio.



continua a leggere su Teleclubitalia.it