Operazione anti-droga questa mattina tra Salerno e Avellino. Ben ventisei i provvedimenti (di cui 20 arresti, in basso i nomi) messi a segno dai militari del Comando Provinciale di Salerno.Tutti sono gravemente indiziati, a vario titolo, di “associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti”, con l’aggravante del metodo mafioso e della transnazionalità del reato. Inoltre di “detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti”, “detenzione e porto abusivo di arma”, “sostituzione di persona”, “uso di atto falso”, “falsità ideologica”, “favoreggiamento personale”, “ricettazione”, “minaccia” e “danneggiamento seguito da incendio”.

Salerno, blitz anti-droga: 20 arresti e sei obblighi di dimora

Le indagini sono partite nel giugno 2017 sotto la direzione e con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno. Gli investigatori hanno ricostruito l’esistenza di un’associazione a delinquere, con ruoli e competenze ben definite, dedita al traffico internazionale di ingenti quantitativi di stupefacenti. La banda vantava un canale di rifornimento privilegiato con l’Albania e con l’Olanda (con circa 2 kg di cocaina sottoposti a sequestro).

La compagine criminale gravitava attorno alle figure di spicco di Alfredo Cuozzo e Sabato Di Lascio, entrambi pluripregiudicati per stupefacenti e gravi reati contro la persona. I due promuovevano e dirigevano l’associazione avvalendosi del metodo mafioso. In particolare nel territorio di Acerno manifestavano il loro potere attraverso una serie di gravi minacce (tra cui l’incendio di autovetture), tese ad allontanare spacciatori e organizzazioni rivali, nonché ad imporre il loro predominio sulla illecita attività di spaccio, stabilendo, in particolare, il prezzo ed i canali di approvvigionamento della droga.

Nel corso dell’attività d’indagine, sono state arrestate 2 persone in flagranza di reato e sequestrati oltre 2 Kg di stupefacente. Il fatturato mensile dell’impresa criminale si aggirava intorno ai 100mila euro.

I nomi degli arrestati

I nomi degli arrestati in carcere

  • Di lascio Sabato, cl.1985;
  • Cuozzo Alfredo, cl.1960;
  • Cianciulli Alfredo, cl.1987;
  • Cuozzo Johan, cl.1988;
  • Pizzolante Luca, cl.1998;
  • Vece Carmine, cl.1994;
  • Senatore Alfonso, cl.1947;
  • Luku Ermal, cl.1983;
  • Maloku ervin, cl.1985;
  • Tabaku Artur, cl.1982;
  • Parotti Fiorenzo, cl. 1987;

Agli arresti domiciliari

  • De Santis Giuseppe, cl.1988;
  • Cuozzo Gerardo, cl.1986;
  • Poppiti Raffaele, cl.1989;
  • Cianciulli Ciro, cl.1979;
  • Salvatore Marco, cl.1981;
  • Nicastro Antonietta, cl.1992;
  • Ponzone Antonio, cl.1973;
  • Cappetta Graziano, cl.1995;
  • Dell’angelo Dany, cl.1995;

Obbligo di dimora nel Comune di residenza

  • Cappetta Alessio, cl.1989;
  • Cuozzo Damiano, cl.1957;
  • Cuozzo Filippo, cl.1996;
  • Giusti Giulia, cl.1998;
  • Guercio Annachiara, cl.1998;
  • Cerasuolo Paolo cl.1984;


continua a leggere su Teleclubitalia.it