bambini ariano irpino

Quattro bimbi in tenera età, il più grande di 12 anni sono stati ritrovati dalla polizia municipale in condizioni disumane e igienico sanitarie assai precarie all’interno di un’abitazione, in un letto, confinati tra cumuli di rifiuti. E’ accaduto in un appartamento di Ariano Irpino, in provincia di Avellino. Al momento del sopralluogo, gli agenti hanno trovato i bimbi in casa con la mamma, che in un primo tempo, secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, avrebbe anche cercato di non far entrare gli agenti nell’appartamento.

La casa era in condizioni di degrado assoluto, tra sporcizia e rifiuti. Addirittura i vigili hanno trovato un piatto di pasta, diventato ormai nero per la putrefazione e dimenticato chissà da quanto tempo. In tutto l’appartamento, hanno raccontato gli agenti, c’era una puzza insopportabile, come di carne avariata in decomposizione. La triste vicenda ora al vaglio della Procura di Benevento e del Tribunale per i minorenni di Napoli

Bambini nel degrado ad Ariano Irpino

Secondo la ricostruzione degli agenti, i bimbi erano immobili, uno accanto all’altro, silenziosi e impauriti, coperti da un lenzuolo, quasi invisibili tra la spazzatura presente in ogni angolo della casa, in qualche punto fino a superare il metro di altezza. . I cumuli di sporcizia erano talmente alti da raggiungere quasi il materasso, hanno raccontato. La mamma, dopo le prime resistenze, si è anche scusata e avrebbe detto quasi in imbarazzo che avrebbe pulito di lì a poco.

I piccoli erano stati visti l’ultima volta frequentare la scuola prima della chiusura degli istituti a causa della pandemia, poi da allora nessuno ha avuto modo di notarli fuori da quella casa a giocare o a sentirli piangere. Fortunatamente non presentano segni di violenza.

Il trasferimento in struttura protetta

Tuttavia, a causa delle precarie condizioni igienico-sanitarie, la Polizia Municipale, d’accordo con i servizi sociali del Comune, ha deciso di allontanare i bambini dall’appartamento. Secondo il Piano Sociale di Zona, sono stati trasferiti in una struttura protetta della provincia di Avellino. Saranno sottoposti a tutte le cure mediche necessarie. I quattro bambini non presentavano ad ogni modo segni di violenza.

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it