Bonus 600 euro. L’Inps fa sapere che per quanto riguarda il buono da 600 euro destinato agli autonomi, saranno nuemrose le domande respinte. La richiesta fatta da quasi un milione di italiani vedrà almeno 400 mila esclusioni per ragioni legate soprattutto ai requisiti. Una misura stabilita dal decreto Cura Italia che non ha avuto fortuna fin dall’inizio.

Ecco le ragioni per cui l’Inps escluderà centinaia di richieste

Oltre 400 mila sono le domande per il bonus agli autonomi che l’Inps sarà costretto ad escludere. Le motivazioni sono diverse e spesso legate anche alla categoria di cui si fa parte. Ad esempio per i lavoratori del mondo dello spettacolo sono chiesti almeno 30 giorni lavorativi risultanti dall’ex Enpals per l’anno 2019 che non tutti possiedono. Circa 250 mila domande contengono invece un IBAN sbagliato e spesso si tratta di una errore voluto per mettere a punto una frode bella e buona.

Potrebbe anche interessarti >> Bonus figli 500 euro

Perché non mi sono arrivati i 600 euro del bonus autonomi?

Molti lettori ci hanno posto questa domanda. Tridico ha dichiarato dopo Pasqua che, a fronte di 4,4 milioni di domande pervenute, 3,5 milioni di bonus sono stati già erogati, 958 sono in fase di elaborazione e ben 32.919 domande sono in stand by perché necessitano di correzione.

Gli errori possono riguardare:

  • errata comunicazione di alcuni dati sensibili (se il sistema non riconosce l’identità del contribuente lo scarta);
  • iban sbagliato;
  • mancata specifica o inquadramento errato della categoria di appartenenza o di altra informazione essenziale.

Ricordiamo che sono esclusi dal diritto alla fruizione del bonus 600 euro anche i lavoratori del mondo dello spettacolo che non possono contare su un minimo di 30 giorni lavorativi nel 2019 nella gestione ex Enpals.

Potrebbe anche interessarti >> Bonus affitti

Bonus 600 euro, stato dei pagamenti sul portale Inps

Per prima cosa bisogna accedere al portale Inps attraverso il Pin personale o tramite SPID, poi cliccate sul pulsante “Home” – “Indennità 600 euro” – “Decreto Cura Italia: Accedi ai servizi”, vi si aprirà una nuova pagina, cliccate su “Visualizzazione esiti”, a questo punto potete vedere lo stato di avanzamento della domanda e la data di pagamento prevista.



continua a leggere su Teleclubitalia.it