napoli fiorai riaprono

Anche i fiorai saranno aperti. A chiarirlo l’Unità di Crisi della Regione Campania in merito a un chiarimento relativo all’ordinanza numero 37 sulla riapertura delle attività commerciali. La nota stampa è arrivata dopo le polemiche e i dubbi sull’attività di vendita al dettaglio e all’ingrosso dei fiori.

Campania, anche i fiorai aperti: lo consente la legge nazionale

“Le ordinanze adottate a livello regionale – si legge nella nota di chiarimento – non fanno riferimento all’attività di commercio al dettaglio o all’ingrosso di fiori. Per queste pertanto continuano ad applicarsi – in assenza di disposizioni regionali più restrittive- le disposizioni statali. In merito tra l’altro è recentemente intervenuto un parere del competente Ministero Politiche agricole che ne ammette l’esercizio”.

inlineadv

Un’importante boccata d’ossigeno per un settore andato in affanno, anche dopo la sospensione delle cerimonie e la chiusura dei cimiteri. Nell’ordinanza emanata dal Governatore Vincenzo De Luca due giorni fa in effetti non si faceva alcun riferimento ai fiorai. Oggi, con questa nota, si fa chiarezza.

Lavori di riadeguamento alberghi e strutture ricettive autorizzati

Restano chiusi alberghi e attività ricettive. Però nel comunicato inviato dall’Unità di Crisi si apprende che risultano consentiti  “sul territorio regionale interventi urgenti strettamente necessari a garantire la sicurezza o la funzionalità degli immobili in generale, e pertanto anche di quelli aventi destinazione alberghiera o turistica”. La Protezione Civile regionale specifica che è anche allo studio un “ulteriore provvedimento” volto a consentire interventi “funzionali alla prevista ripresa delle attività nella fase 2 dell’emergenza”.

related