de luca soldi imprese

Un piano da 604 milioni di euro per la Campania. E’ questa la misura intrapresa dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, con il contributo delle proposte pervenute da istituzioni locali, gruppi politici, organizzazioni sociali, sindacali e imprenditoriali, istituzioni bancarie, il volontariato e le organizzazioni religiose – per affrontare la crisi economica da Coronavirus.

Tra le misure principali assunte dalla Regione si segnala: contributo alle famiglie con disabili; pensioni al minimo portate a 1.000 euro per due mesi; contributo di 2.000 euro alle imprese commerciali, artigiane e industriali; bonus a professionisti e lavoratori autonomi; bonus alle aziende agricole e delle pesca; 30 milioni per il comparto del turismo. Le misure di sostegno per le politiche sociali potranno contare su oltre 270 milioni di euro e prevedono, tra l’altro, interventi a sostegno di persone in stato di difficoltà (compresa integrazione economica per due mesi per le pensioni al di sotto dei 1.000 euro). 

inlineadv

Il piano di De Luca: soldi a famiglie e imprese

“Ci sarà un contributo generale di 2mila euro a tutte le micro imprese con meno di 10 addetti e fino a 2 milioni di euro di fatturato – ha detto il presidente De Luca in conferenza stampa -. Pensiamo di dare una tantum di 2mila euro a circa 40mila imprese beneficiarie. Le imprese che potranno richiederlo sono di tutti i tipi: botteghe, industriali, artigianali. Prevediamo un meccanismo rapido: su una piattaforma della regione si segnala l’impresa e noi daremo il bonus di 2mila euro. Ci saranno poi controlli a campione. Una misura che può essere operativa in 10-15 giorni”.

Misure per i professionisti

“80 milioni di euro per professionisti e lavoratori autonomi. Prevediamo di dare contributo di mille euro per lavoratori autonomi, professionisti. Sono aggiuntivi rispetto ai 600 previsti dal governo nazionale. La platea sarà selezionata da associati e potranno averlo coloro che hanno fatturato meno di 35mila euro nel 2019. C’è bisogno di professionisti che certificano che hanno avuto un danno nei primi tre mesi dell’anno. L’accredito sarà tramite inps o casse professionali. L’arrivo del contributo nell’arco di 2 settimane”.

“Inoltre prevediamo 1500 euro per aziende fino a 5 dipendenti: ci si propone sulla piattaforma, noi facciamo verifica con INPS. Oltre i 5 dipendenti il contributo è di 2mila euro. Immaginiamo di intercettare 35mila imprese per un totale di 50milioni di euro”.

“Prevediamo inoltre 10milioni per il comparto floro-vivaistico. Per il comparto turistico abbiamo stanziato 30milioni di euro a sostengo dei lavoratori stagionali impegnati in attività alberghiere ed extra-alberghiere. E’ un contributo questo che si associa a quello del governo. 300 euro mensili per 4 mensilità”.

Misure per la casa

“Abbiamo previsto un contributo alloggiativo fino a 2mila euro per Isee non superiore a 13mila 800 euro. Risorse per 13milioni di euro. In più prevediamo un fondo di solidarietà per inquilini di alloggi di edilizia residenziale pubblica. Qui il fondo è di 5 milioni di euro. Sostegno al fitto dei locali commerciali insediati nel patrimonio edilizio pubblico e quindi lavoreremo a dare ujn contributo individuale a queste attività commerciali. Qui abbiamo risorse limitate per 1 milione di euro. Sostegno al fitto delle abitazioni principali per nucleo familiare 2 mila euro. Prevediamo un ulteriore stanziamento di 7 milioni di euro. Contributi sui mutui della prima casa per 5 milioni di euro”.

Campania, De Luca avverte: “Picco coronavirus a fine aprile. Tempi più lunghi”

related