Era stato chiesto solo di rimuovere un impianto di videosorveglianza con 50 telecamere installate nello stabilimento che controllavano il lavoro dei dipendenti, ma dopo la richiesta e la rimozione, 4 lavoratori sono stati licenziati. Una situazione incredibile e paradossale che ha portato ad uno sciopero di due giorni indetto dai lavoratori della UilTucs della Gargiulo e Maiello, società detentrice del Marchio “Idea Bellezza”.
“La decisione di scioperare è stata presa a seguito della pretestuosa disposizione aziendale di licenziare 4 dipendenti – racconta Emanuele Montemurro esponente della Uiltucs – dopo questa segnalazione legittima. I rapporti con la società non ci sono mai stati in quanto il sindacato ha più volte denunciato la mancata applicazione del CCNL, e successivamente dopo aver chiesto la rimozione dell’impianto di sorveglianza, illegittimamente installato, la società ha contestato e licenziato i lavoratori in maniera assolutamente strumentale. Una situazione incredibile che ci vede in prima linea nella difesa dei lavoratori per questa assurda decisione – conclude Montemurro”.
La Uiltucs e i suoi dipendenti resteranno in sciopero anche nella giornata di domani presso la sede dell’interporto di Nola. Questa è la prima si una serie si iniziative volte a tutelare i legittimi diritti dei lavoratori, conclude il sindacato.
related