Da Pensiero Stupendo ai giorni nostri, la storia di una ribelle della musica italiana.

Patty Pravo è una nota cantante italiana, nata a Venezia il 9 aprile 1948. Il vero nome di Patty Pravo è Nicoletta Strambelli e le sue origini la videro passare i primi anni della sua vita con i nonni a Venezia, pur essendo i genitori residenti a Mestre. Cresciuta con i nonni, all’età di dieci anni entrerà in conservatorio al Benedetto Marcello, frequentando anche un corso come direttore d’orchestra. Alla morte del nonno nel 1962 scappa a Londra per cercare fortuna, ma torna dopo soli due giorni trasferendosi a Roma. 

L’ambiente romano del tempo e il Piper la trovano pronta ad essere notata dal pubblico e a scoprirla fu Alberigo Crocetta, proprio durante una serata presso il noto locale romano. Le continue esibizioni al Piper le daranno l’appellativo de “la ragazza del Piper”. Sarà  però il 1966 con  la pubblicazione del primo singolo “Ragazzo Triste” a consacrarla al mondo della musica italiana.

inlineadv

La ragazza del Piper che aveva solcato il palco del locale notturno con spregiudicatezza e folle creatività, si era trasformata in una cantante di successo. Stesso che fu confermato con pezzi come “La Bambola” e “Pazza Idea”. La capacità di Patty Pravo di rendersi versatile e indipendente dalle etichette discografiche la vedrà passare da una casa all’altra, ma con la RCA ci sarà un ritorno che sancirà definitivamente la sua dimensione pop, pur continuando a cambiare etichetta nel corso degli anni. Con la RCA firmerà anche “Pensiero Stupendo”. Il successo si conferma anche negli anni novanta, dopo un periodo di inattività con “…E dimmi che non vuoi morire”, che la vedrà anche nuovamente impegnata sul palco del Piper.

Nel 2008 “la Bambola” compie quaranta anni, a conferma della lunga carriera della ragazza del Piper.  

Nel 2016 in occasione dei cinquanta anni per la carriera, Patty Pravo pubblica Eccomi, il cui brano Cieli Immensi riscuote un grande successo nel pubblico italiano. Nel 2019 la decima partecipazione a Sanremo e la pubblicazione di Red, l’ultimo album, la riportano ancora una volta alla ribalta della musica italiana.  Dal carattere esuberante, affascinante ed intellettualmente sorprendente, Patty Pravo ha attraversato con coraggio la complessa fase della rivoluzione della figura della donna in Italia, a cavallo tra gli anni sessanta e settanta.

Anarchica, fumatrice, Patty Pravo ha praticato l’amore libero e ha avuto cinque matrimoni. Il primo marito fu il batterista inglese Gordon Angus Faggetter, il secondo marito di Patty Pravo fu l’arredatore Franco Baldieri. Paul Jeffrey, terzo marito chitarrista, Paul Martinez quarto marito di Patty Pravo bassista americano e infine John Edward Johnson chitarrista statunitense. Singolare il matrimonio di Patty Pravo con Riccardo Fogli, celebrato con rito celtico in Scozia mentre i due erano già sposati nel 1973.

related