Aperitivi della vigilia a Chiaia: “residenti sequestrati in casa”. Una rissa a Nocera

Aperitivi della vigilia a Chiaia: “residenti sequestrati in casa”. Una rissa a Nocera

“Ancora una vigilia di Natale poco serena per i cittadini che, loro malgrado, abitano all’interno della zona dei famosi ‘baretti’ di Chiaia, presi d’assalto, come di consueto, da migliaia di giovani per ‘festeggiare’ il 24 dicembre. Dalle 12,30 fino alle 19 queste persone hanno vissuto un incubo, in cui era difficile addirittura raggiungere casa o semplicemente uscire dal portone del palazzo, per non parlare di chi ha avuto bisogno dell’auto, che con cura e pazienza ha dovuto farsi largo tra la folla. Quella che ogni anno si ripete ai ‘baretti’ è una situazione di estremo pericolo, migliaia di persone ammassate in strade strette, una folla difficile da attraversare anche a piedi, dove chi non sgomita rischia di restare bloccato, senza pensare a cosa accadrebbe se per quelle strade dovesse passare un mezzo di soccorso. Le autorità e le istituzioni non sono mai intervenute per trovare soluzioni a questo problema che va avanti da troppo tempo e non solo nel periodo natalizio. Situazioni di questo tipo mettono a repentaglio l’incolumità di tutti e non si può attendere una tragedia prima di intervenire. Queste situazioni sono un vero e proprio schiaffo alla civiltà”. Queste le parole di Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale dei Verdi.

Disordini anche a Nocera: per futili motivi sarebbe scoppiata una rissa tra un gruppo di ragazzi. Sono volati spintoni, ceffoni e pure qualche cazzotto.

Ad avere la peggio una ragazza che ha dovuto fare ricorso alle cure di un’ambulanza accorsa nella piazzetta antistante il liceo Galizia.



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.