Melito e Castellammare, droga e pistole trovate dai carabinieri: arrestati. Nomi

Melito e Castellammare, droga e pistole trovate dai carabinieri: arrestati. Nomi

Un 51enne di Melito già noto alle forze dell’ordine, Salvatore Sinagra, è stato arrestato dai carabinieri della tenenza di melito per detenzione di droga a fini di spaccio. Controllato mentre era alla guida della sua auto, è trovato in possesso di 20 grammi di cocaina nascosti nel giubbino. Tratto in arresto, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

I carabinieri della compagnia di Casoria e del reggimento campania hanno saturato le aree nevralgiche del comune a nord di Napoli, i colleghi della compagnia di Castellammare invece quelle del comune stabiese scoprendo un gruppo di minori che aveva messo in piedi una squadra di spaccio. Li hanno beccati in via Fontanelle grazie a un servizio di osservazione.

Un 16enne di Torre Annunziata, un 17enne e due 15enni di Castellammare avevano ognuno un compito: la cessione, il ritiro del denaro, il “palo” e l’approvvigionamento. Uno di loro, l’addetto al rifornimento appunto, aveva nascosto in una casa in ristrutturazione un borsone con 560 grammi di marijuana, 3 bilancini, materiale per il confezionamento e un passamontagna. Erano tutti incensurati. Il 16enne è stato arrestato per spaccio e accompagnato nel centro prima accoglienza per minori dei colli aminei, gli altri ragazzi sono stati denunciati.

Nel rione “moscarella” di Castellammare infine, invece i carabinieri hanno rinvenuto, sotterrati in un’area comune delle palazzine di edilizia popolare, 2 pistole semiautomatiche con matricole abrase e colpi nel caricatore e una semiautomatica con matricola abrasa, inoltre 59 cartucce sfuse, 2 dosi di marijuana, un bilancino e 150 bustine.

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.