rapina donna incinta

Procida. I carabinieri della stazione di procida hanno tratto in arresto un 14enne del luogo per tentata rapina in abitazione e furto di scooter.

La ricostruzione

Prima ha rubato uno “scarabeo” al vicino di casa poi ha raggiunto un’abitazione poco distante e, divelta una zanzariera, vi si è introdotto. Armato di martello e con il volto travisato da uno scaldacollo ha atteso il rientro della proprietaria, una donna incinta, quindi appena la donna ha aperto la porta di casa le è balzato davanti e l’ha minacciata costringendola a consegnare soldi e profumi.

Sono state le urla della vittima ad attirare l’attenzione del marito il quale si trovava ancora fuori dall’abitazione: l’uomo, corso in aiuto della moglie, ha avuto una colluttazione con il malfattore e lo ha messo in fuga.

Acciuffato dai carabinieri

I carabinieri hanno rintracciato il giovane rapinatore in ospedale dove si era recato per farsi medicare le ferite, lievi, riportate nella colluttazione. Ai dottori il ragazzo aveva dichiarato di essere stato aggredito da un gruppo di ragazzi sconosciuti.

Ma all’arrivo dei carabinieri ha ammesso la verità ed ha confessato. Nello zainetto i militari hanno rinvenuto un martello, un paio di guanti, uno scaldacollo, due rotoli di scotch e le chiavi dello scooter rubato.

Dopo le formalità il 14enne è stato sottoposto alla misura cautelare della permanenza in casa in attesa dell’udienza di convalida da parte del gip del tribunale per i minorenni.

continua a leggere su Teleclubitalia.it