Nubifragio sul Matese, dispersi due casertani. Si teme il peggio


Dramma del maltempo in provincia di Caserta. Due persone risultano al momento disperse nel Matese, a Sant’Angelo d’Alife, in località Selvapiana. Si tratta di due uomini della provincia di Caserta che erano andati a caccia di funghi nel pomeriggio di ieri. Si tratta di Caimano Antonio, classe 1946, residente a Pignataro Maggiore (CE) e dell’amico, Scialdone Giuseppe,

Nubifragio sul Matese, dispersi due casertani. Si teme il peggio

Dramma del maltempo in provincia di Caserta. Due persone risultano al momento disperse nel Matese, a Sant’Angelo d’Alife, in località Selvapiana. Si tratta di due uomini della provincia di Caserta che erano andati a caccia di funghi nel pomeriggio di ieri. Si tratta di Caimano Antonio, classe 1946, residente a Pignataro Maggiore (CE) e dell’amico, Scialdone Giuseppe, classe 1954, residente a Vitulazio (CE).

Casertani dispersi sul Matese

Dopo il temporale che ha flagellato la Campania per gran parte della giornata di ieri. I due si erano allontanati, nella prima mattinata, a bordo dell’autovettura Fiat Sedici targata dw720dz, di colore marroncino, per recarsi in area montana per la raccolta di funghi. Al momento non è esclusa alcuna ipotesi. Sul posto sono sopraggiunti vigili del fuoco e i carabinieri di Prata Sannita, di Ailano e di Capriati al Volturno. Le ricerche sono estese anche ai comuni limitrofi.

L’allarme

A lanciare l’allarme è stata la figlia dI Caimano, che ha contattato le forze dell’ordine fornendo i numeri di cellulare. I due casertani potrebbero aver trovato riparo da qualche parte durante la tempesta. Sono state già avviate le indagini. I militari dell’Arma stanno ora cercando di ricostruire gli ultimi spostamenti della coppia di cercatori di funghi attraverso le celle. Ma a destare maggiori preoccupazioni è l’assenza dell’auto con cui si erano recati sul Matese. La vettura non è stata rivenuta. Le forze dell’ordine la stanno cercando. I due dispersi sul Matese non sono né rintracciabili attraverso i telefonini né attraverso il GPS dell’automobile. Il nubifragio di ieri che si è abbattuto su Napoli e Caserta ha reso impraticabili molte strade e ha allagato decine di negozi e abitazioni private.

Foto: EdizioneCaserta.it

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.