casapesenna torturato sequestrato instagram

Orrore nell’Agro Aversano. A Casapesenna, questa notte, come riporta la collega Marilena Natale attraverso un post su Facebook, un ragazzo di 30 anni del posto è stato attirato in una trappola, poi portato in aperta campagna a Villa Literno, legato a un albero e torturato.

Il movente del pestaggio sarebbe un falso profilo Instagram che il 30enne avrebbe creato per ragioni non chiarite. I tre fratelli, dopo la tortura, “non contenti – spiega Marilena Natale – hanno preso una pistola a yamburo e l’hanno minacciato. Il giovane sfinito ha perso i sensi e i tre credendo che fosse morto lo stavano per gettare nei regi lagni, quando il giovane ha ripreso conoscenza, l’hanno abbandonato  nelle campagne vicino al tempio”.

inlineadv

Gli aggressori sono al momento ricercati mentre il ragazzo è ricoverato all’ospedale Moscati di Aversa e verserebbe in gravi condizioni.

LEGGI ANCHE:

Casapesenna, l’incubo di Mario: prima il caffè, poi le torture in auto e in campagna. Presi gli aguzzini

related