Napoli, Noemi gravissima. Parlano i medici: “Decisive le prossime 48 ore”

Napoli, Noemi gravissima. Parlano i medici: “Decisive le prossime 48 ore”

“Versa ancora in condizioni critiche la piccola Noemi. Se è in pericolo di vita? Prima di pronunciarci attendiamo l’esito delle indagini di approfondimento“. A parlare è Carmine Pecoraro, direttore dipartimento DEA del Santobono. I medici del nosocomio napoletano, nel corso di un’intervista, hanno spiegato le condizioni della bimba rimasta ferita nella sparatoria a piazza Nazionale, a Napoli.

Attualmente la piccola di 4 anni è ricoverata nel reparto di terapia intensiva pediatrica, dove è monitorata costantemente dal personale sanitario.L’intervento è riuscito perfettamente: il proiettile è stato rimosso, sembrerebbe un full metal jacket, un tipo di munizione che non esplode – spiega il direttore. – La situazione, tuttavia, è ancora critica: il proiettile ha penetrato la scapola destra e ha attraversato entrambi i polmoni. Noi siamo riusciti ad estrarlo dal cavo pleurico del polmone sinistro”.

Poi prosegue:”È assistita dal punto di vista respiratorio. Al momento sono in corso ulteriori indagini per accertarci che non siano stati coinvolti  altri organi. Se è in pericolo di vita? Lo potremmo dire con maggiore certezza dopo l’esito delle indagini di approfondimento“, conclude il medico.

Saranno decisive le prossime 24-48 ore per la bambina ferita: lo ha detto il direttore dell’Ospedale pediatrico Santobono Annamaria Minicucci. Il prossimo bollettino medico sarà emesso tra le 14 e le 14.30, dopo il risultato della Tac e della AngioTac a cui è stata sottoposta stamattina, per capire fino a che punto è compromessa dal punto di vista respiratorio. All’esterno della rianimazione dell’ospedale attendono i genitori ed i parenti, una decina di persone.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.